COMUNICATO AZIENDALE

Si è completato il progetto #LogisticsDataSpace per l’ottimizzazione dei processi logistici nel Porto di Genova cofinanziato dalla Regione Liguria nell’ambito del programma FESR 2014-20 della UE.

#LogisticsDataSpace punta a sviluppare tecnologie e soluzioni innovative a supporto della digitalizzazione della catena logistica rendendo più efficienti gli scambi informativi attraverso la creazione di una piattaforma che consente di gestire in maniera paperless alcuni dei processi legati al trasporto.

Partito ad agosto 2018, il progetto ha visto impegnate Aitek, Hub Telematica, M3S, Circle, Click&Find, Selesta Ingegneria, aziende che vantano una lunga esperienza nel campo dell’evoluzione tecnologica e del supporto alla digitalizzazione nel settore logistico e portuale ed ha usufruito del supporto dell’Università degli Studi di Genova.

Il progetto, in particolare, ha previsto lo sviluppo di:

  • un Gate portuale di nuova generazione che evolve il concetto tradizionale di varco inteso come semplice passaggio d’accesso alle aree portuali
  • un sistema di interscambio e sincronizzazione dati e operazioni basato su tecnologie Data Grid e Blockchain
  • un sistema per il controllo degli accessi che permette di identificare le persone (con particolare interesse rispetto all’identificazione dei conducenti dei mezzi di trasporto) tramite dispositivi mobili
  • un sistema di interfacciamento e automazione terminal possibile grazie a “servizi federativi” di nuova generazione nell’ambito della cosiddetta Internet of Things (IoT) che assicurano la tracciatura della merce garantendo efficienza, sicurezza e trasparenza.

Partendo dai risultati ottenuti, prossimi step saranno la condivisione degli stessi con la Port Community nella sua interezza e l’affinamento su larga scala di alcuni piloti implementati.

Massimo Massa di Aitek, Coordinatore tecnico del progetto, ha sottolineato come il progetto abbia permesso a tutti i partner di fare importanti passi in avanti nello sviluppo tecnologico delle proprie linee di prodotto permettendo di aprire importanti opportunità commerciali e di instaurare proficue collaborazioni con gli enti di ricerca coinvolti.

LEGGI IL COMUNICATO COMPLETO IN PDF: CLICCA QUI